Condividi questo articolo:
     

7 buoni motivi per disegnare la tua cucina con un arredatore

La progettazione di una cucina da zero può sembrare un lavoro parecchio impegnativo per chi non è del settore. Ci sono moltissime variabili che incidono nel disegnare lo spazio più importante della casa e l’errore è dietro l’angolo.

Ma non preoccuparti, una particolare figura professionale può rivelarsi il migliore alleato nella progettazione della tua cucina: l’arredatore!

Ma perché affidarsi ad un arredatore per disegnare la propria cucina?


Ci sono almeno 7 buoni motivi per farlo:

 

Esperienza

Il primo motivo, forse il più ovvio, è l’esperienza. Un arredatore esperto ‘’ti conosce meglio di come ti conosci tu’’ quando si parla di mobili e riesce ad interpretare i tuoi bisogni e a trasformarli, assieme a te, in legno, laminato, marmo e vetro. Ha imparato che lavorare in fretta è sbagliato, ma che le tempistiche dei clienti vanno rispettate: l’arredatore riesce a raccordare le due realtà.

 

Visione d’insieme

L’arredatore ha un ‘’superpotere’’: la visione d’insieme. Grazie alla sua esperienza e ai suoi studi, riesce a sfruttare le potenzialità degli ambienti, utilizzando gli spazi in modo creativo, uniformando lo stile di tutta la casa tramite i mobili.

 

disegnare-cucina-isola-moderna

 

Consigli accurati

L’esperienza e la visione d’insieme si traducono con l’arredatore in un consiglio accurato e contestuale dei colori e dei materiali ideali per trasformare la cucina che hai in mente in realtà, senza dimenticare l’ambiente in cui è inserita. Con il pavimento in cotto, qual è il colore delle ante più adatto? Il piano in marmo sta bene con il pavimento in legno? Come raccordo la mia parete soggiorno grigia con la cucina che voglio? Queste sono domande a cui l’interior design aiuterà a rispondere.

 

Rilevazione delle misure

Può aiutarti con la progettazione tecnica degli spazi e con la rilevazione delle misure. Sembra un compito semplice, ma ci sono decine di dettagli da tenere in mente nel disegnare la cucina su misura in uno spazio ben definito. Solo per citarne alcuni, pensiamo allo spessore del battiscopa, all’altezza degli scarichi e delle prese elettriche e alla posizione del foro per l’aria per la cappa aspirante.

 

Rendering realistici

Una volta rilevate le misure e definito lo stile, l’arredatore può fornire al cliente i disegni tecnici dell’ambiente e soprattutto i rendering realistici in 3D per visualizzare il risultato finale. In alcuni casi, l’arredatore può offrire al cliente la possibilità di muoversi all’interno degli ambienti prima della messa in posa, grazie alla realtà aumentata.

 

Aiuto nella scelta

Ti sei mai chiesto come scegliere gli elettrodomestici? E come scegliere i prodotti Made in Italy più affidabili? L’interior designer ti farà da guida nell’ampio panorama tecnologico, aiutandoti a scegliere gli elettrodomestici adatti alle tue esigenze e i migliori prodotti del Made in Italy in commercio.

 

disegnare-cucina-made-in-italy

 

Cooperazione dei professionisti

Uno dei compiti più complicati dopo il disegno, riguarda l’installazione della cucina stessa, in particolare in una casa nuova. Spesso è necessario organizzare al meglio la cooperazione tra i professionisti coinvolti nel progetto: geometri, elettricisti, imbianchini, idraulici, ecc. L’arredatore, nei casi più complicati, si potrà porre come tramite con gli artigiani, coordinando i lavori in un’ottica di insieme volta alla soddisfazione dei bisogni del cliente.

 

Pronto a iniziare il tuo nuovo progetto e a conoscere l’arredatore che ti aiuterà a portarlo a termine? Fissa subito un appuntamento senza impegno scegliendo lo showroom più vicino a te!

 

fissa un appuntamento con l'arredatore





Articoli correlati

La cucina è il cuore pulsante di ogni casa. Al suo interno si incrociano le dimensioni...

Il calore della casa dei nonni, la tranquillità di uno sperduto rifugio montano, il...

Ad angolo, ad isola, a L, U, lineare… ci sono diversi modi per comporre una cucina, la...