Condividi questo articolo:
     

Arredare una cucina di piccole dimensioni: 5 cose da non fare

Una cucina piccola non è uno svantaggio e non significa doversi accontentare. È sufficiente organizzare con criterio lo spazio a disposizione senza rinunciare né alla funzionalità né al design.

Pensa a quello a cui non vorresti mai rinunciare, a quanto tempo trascorri in cucina e quanto importante è per te questo ambiente e parti da qui per progettarla. Gli spazi limitati sono solo una sfida per trovare soluzioni intelligenti e usare tutti i volumi a disposizione.

Se anche tu hai poco spazio a disposizione ma non vuoi rinunciare ad una cucina da sogno, di seguito ti elenco i 5 errori più comuni che ho visto fare nei miei 10 anni di esperienza nella progettazione di cucine.

 

Colori scuri

 

Il primo errore da non commettere quando si progetta una cucina di piccole dimensioni è quello di utilizzare solo colori scuri per i mobili e le pareti perché potrebbero rendere ancora più ristretta la percezione dello spazio. L’ideale è puntare su toni chiari come il bianco, beige o legno chiaro e superfici lucide che riflettono la luce e contribuiscono ad ampliare lo spazio.

 

Se invece non riesci proprio a rinunciare ai toni scuri, non ti preoccupare, con alcuni piccoli accorgimenti puoi realizzare una cucina dal design moderno, originale e ed elegante:

cucina colori scuri

 

  • alternare alle superfici nere delle superfici dalle nuance tenui, come quelle del marmo, per i piani di lavoro e appoggio;
  • valorizzare i punti luce, sia naturali che artificiali. Vietato quindi posizionare grandi mobili di fronte alle finestre e tende scure. Si, invece, a schienali retroilluminati e faretti, anche led, sotto i pensili;
  • utilizzare colori chiari per il muro e il soffitto creando contrasto con le superfici scure dei mobili.

 

Frigo a libera installazione

 

Prima di scegliere la tipologia di frigo e perderti tra i tantissimi nuovi modelli tecnologici presenti sul mercato, dovresti cercare di capire la collocazione migliore e più funzionale di questo grande elettrodomestico all’interno della tua cucina.

Se lo spazio che hai a disposizione è molto ristretto potresti valutare l’idea di scegliere un modello ad incasso che, a differenza di un frigo slegato, ha profili meno ingombranti e dimensioni minori.

Si è soliti pensare che più grandi sono e più sono efficaci, ma non è assolutamente vero. Esistono infatti modelli di frigoriferi a cassetti o ad incasso sottopiano che sono sufficientemente spaziosi per contenere tutto ciò che serve.

Schermata 2018-07-10 alle 16.57.51

Non è necessario quindi acquistare un frigorifero a libera installazione, soprattutto se lo spazio non lo permette.

  

Il frigo può essere posizionato vicino al forno?

 

Questa è una delle domande più frequenti che si pone chi si trova alle prese con la progettazione della cucina in uno spazio ristretto ed è obbligato ad incastrare ogni singolo componente come in una partita a tetris.

La risposta migliore a questa domanda è dipende. I frigoriferi di nuova generazione sono dotati di una ventola di raffreddamento più potente rispetto ai precedenti modelli quindi possono essere installati vicino al forno e ai piani cottura in quanto il calore generato non impatta sulle capacità di raffreddamento.

  

Elettrodomestici sul piano di lavoro 

 

Un segreto per organizzare al meglio una cucina compatta è quello di predisporre dei mobili ad hoc dove inserire gli elettrodomestici in modo da non lasciarli a vista e ridurre il già ristretto piano di lavoro. 

È possibile realizzare, a seconda delle proprie esigenze, armadi contenitori per i piccoli elettrodomestici come il tostapane e la macchina del caffè che rendono davvero funzionale la vostra cucina perché nascondono ma non vi costringono a riporli in fondo ad un armadio e costringerci a togliere tutto per utilizzarli.

I mobili contenitori sono la salvezza delle piccole cucine: consentono di depositare tutto quello che hai in cucina e allo stesso tempo mantenere un ordine impeccabile.

  

Oscurare i punti luce

 

La luce è davvero importante in ogni ambiente della casa ma gioca un ruolo da protagonista soprattutto in cucina. Se hai la fortuna di avere ampie finestre dovresti sfruttarle e predisporre i mobili in modo tale da permettere alla luce di diffondersi in maniera morbida e uniforme in tutto lo spazio.

Attenzione anche alle tende che scegli, possono rendere l’ambiente cupo se troppo scure.

 

Non rispettare le misure

 

Sapevi che la cucina è suddivisa in tre aree: conservazione, lavaggio e cottura? Ad ognuna di queste aree corrisponde un particolare elemento: frigorifero, lavello e in ultimo piano cottura forno, che sono indispensabili in ogni cucina.

 

Affinché questo ambiente domestico sia il più funzionale possibile queste tre aree devono essere disposte in modo logico e rispettare alcune dimensioni minime.

Di seguito un elenco di suggerimenti pratici per disporre nel modo corretto i mobili e i grandi elettrodomestici: 

  • piani di lavoro da 60 cm o 40 cm adiacenti al piano cottura per l’appoggio;
  • se è presente la lavastoviglie lasciare almeno un metro di distanza davanti per poter aprire lo sportello e non limitare il passaggio delle persone;
  • tra il tavolo e la parete o qualsiasi altro elemento sono necessari almeno 120 cm per permettere il passaggio. 

 

Sei alla ricerca della cucina perfetta per te?

Con questo test puoi scoprire quale si addice di più alle tue necessità!

test scopri la tua cucina ideale





Articoli correlati

La cucina è il cuore pulsante di ogni casa. Al suo interno si incrociano le dimensioni...

Il calore della casa dei nonni, la tranquillità di uno sperduto rifugio montano, il...

Ad angolo, ad isola, a L, U, lineare… ci sono diversi modi per comporre una cucina, la...