Condividi questo articolo:
     

Cucina ad angolo comunicante con la zona giorno: le soluzioni di Arredissima

La cucina comunicante con la zona living è una soluzione sempre più ricercata nelle nuove abitazioni: permette di sfruttare al meglio lo spazio, ma è anche la risposta ideale ad uno stile di vita improntato alla condivisione dei momenti di preparazione dei pasti con gli ospiti, gli amici e la famiglia.


Cosa intendiamo quando parliamo di cucina ad angolo?

 

Cucina a L

La composizione ad angolo più frequente: prevede un solo angolo con una disposizione della cucina su due lati. È la disposizione più funzionale perché permette di spostarsi agevolmente tra i punti focali della cucina: piano cottura/forno, frigorifero e lavabo.

 

Cucina ad U

Solitamente presente negli spazi più grandi, è una cucina che si articola su tre pareti creando due angoli. Si inserisce bene anche laddove è presente una finestra, da inglobare inserendo sotto la zona lavabo o un piano di lavoro (soluzione più tradizionale) o una zona snack con vista (soluzione più moderna e adatta soprattutto quando sono presenti grandi vetrate rettangolari).

 

Cucina angolare: come creare continuità con la zona living?

 

Le declinazioni sono moltissime, ma possiamo raggrupparle in due macro-soluzioni. 

Creiamo una divisione degli degli spazi utilizzando una penisola attrezzata per la cottura o come piano di lavoro/pranzo. È una soluzione più adatta per spazi ampi in caso di pensile contenitore, ma si adatta bene anche a spazi più piccoli nel caso in cui per il prolungamento si scelga un bancone aperto. Anche una libreria può diventare un modo per creare un ariosa suddivisione.

 

694

 

Un'altra possibilità è quella di estendere la composizione della cucina attraverso boiseire, mensole, ripiani a vista o basi che si allungano verso la zona giorno e creano continuità tra i due ambienti.

Con questa scelta il tavolo da pranzo viene spesso collocato tra le due zone come elemento di demarcazione. In questo caso è fondamentale creare continuità anche nello stile, giocando su materiali o colori simili.

 

696

692

 

In entrambi i casi gli elementi a vista (mensole, contenitori senza frontali, librerie…) arredati con libri o accessori ben allestiti, permettono di ricreare anche in cucina uno spazio adatto ad accogliere gli ospiti e in grado di raccontare la personalità di chi ci vive.

 

Composizioni per valorizzare l’angolo

 

Base angolare standard

Ha una forma quadrata, solitamente con misure pari a 95x95 cm.

Si accede al contenuto del vano tramite comodi cestelli estraibili agganciati all’anta o mensole vassoio per riporre piccoli utensili.

 

Base angolare pentagonale

Solitamente inserita nelle cucine di stile classico o country, può trasformarsi anche in un elemento a tutta altezza con vetrine, fungendo da comoda e capiente dispensa.

 

Colonna armadio

Se si dispone di molto spazio, l’elemento angolare può essere sfruttato per dare inizio ad una zona di armadi contenitori (dispense, colonna forno e microonde, frigorifero). L’elemento ad angolo può diventare la prima colonna armadio, ma anche essere usato per alleggerire la composizione prevedendo delle mensole a vista.

colonna_a_vista_Arredissima

Anche il piano cottura può diventare un modo per valorizzare la presenza dell’angolo, attirando visivamente l’attenzione su di esso. La comodità deve essere comunque garantita con uno spazio sufficiente ai due lati del piano cottura e per la cappa di aspirazione.

 

Quali meccanismi scegliere per le basi angolari?

 

Ottimi per riporre pentole e utensili anche di grandi dimensioni. Lo spazio della base angolare diventa completamente accessibile grazie a dei cestelli girevoli installati su un perno che possono essere agganciati all’anta oppure rimanere liberi.

Il meccanismo può essere montato in tutte le basi e l’estrazione totale di tutti i cestelli consente di raggiungere con grande facilità tutti i prodotti stoccati e di utilizzare completamente lo spazio all’interno del mobile.

La qualità costruttiva e l’affidabilità dei componenti determinano la durata, tradotta in numero di cicli di funzionamento. Arredissima propone soluzioni sopra per coprire tutta la durata di “vita” della cucina.

Sono disponibili molte varianti: si parte dai semplici cestelli in filo metallico fino ai contenitori con bordo in profilo ellittico e fondo in HPL o vetro satinato.

 

Illuminazione a led

Installando dei led è possibile avere una visione completa del contenuto quando la base ad angolo viene completata con dei ripiani tradizionali. Ottima anche nel caso di una dispensa. L’illuminazione scatta nel momento dell’apertura dell’anta ma è tranquillamente azionabile anche manualmente.

  

Perché scegliere Arredissima?

Gli arredatori Arredissima sono l’alleato migliore per dare forma alle tue idee: risposte precise alle tue esigenze, consulenza e supporto continui, dal primo schizzo su carta alla consegna della cucina. Grazie alla loro esperienza, potranno consigliarti la soluzione migliore per valorizzare la tua cucina e gli ambienti attigui.

Fissa subito un appuntamento o vieni a trovarci nel punto vendita più vicino a casa tua: 

 

New call-to-action





Articoli correlati

La cucina è uno degli ambienti più vissuti all’interno di una casa, per questo quando la...

La cappa è un elettrodomestico a cui pochi danno la giusta importanza. Spesso ci si...

Sei alla ricerca della cucina dei tuoi sogni ma non sai quale scegliere? Hai paura di...