Condividi questo articolo:
    

Tutto quello che c'è da sapere sugli elettrodomestici da incasso

Scommetto che nella ricerca di informazioni riguardo la progettazione della tua cucina ti sei trovato molte volte di fronte alla frase ‘’elettrodomestici da incasso’’. Ma cosa significa precisamente? E quali sono gli elettrodomestici installati solitamente in questo modo?

Molto semplicemente, installare un elettrodomestico ad ''incasso'' significa posizionarlo all’interno dei mobili della cucina, in modo che sia nascosto o comunque uniforme al look della stessa, senza distinguersi troppo dal resto dei mobili, evitando l'effetto "fuori posto" ma amalgamandosi invece all'estetica degli altri mobili.

Sostanzialmente, è l’opposto di ‘’libera installazione’’, ovvero quando un elettrodomestico viene posizionato liberamente nell’ambiente cucina. Solitamente questi prodotti si caratterizzano per un look e un design ‘’importante’’, da abbinare saggiamente con il resto della cucina.

Nelle cucine italiane moderne, quasi tutti gli elettrodomestici sono ad incasso: in particolare il forno (che può essere posizionato sotto al piano cottura o in una colonna), la lavastoviglie (completamente nascosta dietro ad un’anta) e il piano cottura.

Che cosa possiamo aggiungere a questa lista di elettrodomestici? Molto semplice: il frigorifero ed il forno a microonde.

Questi due elettrodomestici possono essere installati in entrambi i modi e la grande differenza la fa la scelta stilistica che vogliamo perseguire.

Il forno microonde può diventare un elemento a sé se installato liberamente o può costituire un tutt’uno con il forno se incassato (di solito viene posto al di sopra del forno tradizionale, a creare una zona ‘’forno’’ unita). Ma le differenze non finiscono qui: tendenzialmente il forno a microonde a libera installazione, sebbene più economico e soprattutto più capiente, tende a rubare spazio prezioso nel piano di lavoro e a disallinearsi in termini di design rispetto alla cucina.

 

MICROONDE-AD-INCASSO

Il protagonista principale di questa scelta rimane però il frigorifero. Enorme ed iconico, quando si parla di design, il frigorifero può caratterizzare una cucina così come rovinarla. Infatti, in cucine dallo stile minimalista o classico, il frigorifero viene tendenzialmente nascosto (incassato) all’interno delle colonne, in modo da non rovinare l’armonia complessiva generata dall’arredo. Se invece la cucina che hai scelto ha uno stile più dinamico, un bel frigo ‘’free standing’’ (ad installazione libera) è quello che fa per te. Oltre che per arredare, può essere utilizzato per portare colore in cucina, sia grazie alla tinta delle sue ante (indimenticabili alcuni modelli dai colori sgargianti) oppure applicando su tutta la superficie calamite e accessori magnetici.

 

FRIGO-LIBERA-INSTALLLAZZIONEFRIGO-AD-INCASSO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Le ultime considerazioni da fare riguardano la capienza e la longevità del prodotto: a parità di ingombro e misure, il frigo a libera installazione sarà sempre leggermente più capiente (circa il 15% in più rispetto ad un frigo ad incasso), mentre non c’è alcuna differenza tra le due varianti in termini di durata in anni. La vita media (intesa come piena efficienza) di tutti i frigoriferi, secondo i maggiori produttori, è di 13 anni.

Spero di averti aiutato a fare chiarezza in questo complicato mondo!
 

Ora che conosci le varie tipologie di elettrodomestici da incasso è arrivato il momento di pensare allo stile della tua cucina: scarica il catalogo Cucine e Design!

 

Scarica Catalogo Cucine e Design 





Articoli correlati

Se hai letto gli articoli ‘’Pro e contro della cucina con isola o penisola’’ e ‘’Le...

Durante la progettazione di una cucina, oltre alla scelta dei materiali più adatti, parte...

Stai progettando la tua cucina e devi decidere quale tipo di piano cottura scegliere? Sei...