Condividi questo articolo:
    

Top cucina: i materiali a confronto

Come scegliere il piano top per la tua cucina? In commercio esistono moltissime tipologie di materiali e in questo articolo ne andrò a confrontare tre, elencando pro e contro di ciascuna.

I tre principali materiali utilizzabili per il piano top che ho scelto di presentarti sono il laminato, il marmo e il quarzo. Ho selezionato questi materiali perché sono quelli più scelti dai nostri clienti e i più apprezzati nel mercato italiano. 

 

Top per cucina in laminato

Probabilmente il più grande pregio del piano in laminato è il suo prezzo: questo tipo di top infatti è molto più economico rispetto a quello in marmo e quarzo. Inoltre, per la peculiarità del rivestimento che è appunto in laminato (lo stesso usato per le ante della cucina), non si avranno mai problemi di macchie dovute ai liquidi: questo materiale è totalmente idrorepellente, resistente a graffi, urti e abrasioni. Davvero indistruttibile! 

Trattandosi essenzialmente di una rivestitura (una lamina, da qui il nome) applicata sopra al blocco di legno truciolare, impiallacciato o MDF, il laminato può essere declinato in moltissimi look diversi: effetto legno, effetto cemento, effetto pietra e molti altri, oltre che essere realizzato in centinaia di colori e sfumature diverse. Se stai cercando un piano dal colore o dall’effetto particolare, il piano top in laminato fa per te!

 

Laminato

 

 

Top per cucina in marmo

Il piano per cucina in marmo non ha bisogno di presentazioni: maestoso, pregiato ed elegante. Ma anche molto costoso. La prima qualità di un piano di lavoro di questo tipo è l'effetto sull'ambiente: rende la cucina sofisticata e la impreziosisce, soprattutto se accoppiato ad un arredo in legno (in particolar modo il classico, ma non solo). Inoltre, questo tipo di piani offre delle gamme cromatiche molto particolareggiate, date dalle ‘’impurità’’ naturali contenute al suo interno e una naturale resistenza ai batteri. Un grande difetto è che, anche se il materiale è resistente ai liquidi, soffre gli acidi alimentari come limone e aceto e quindi va pulito accuratamente ogni volta che viene macchiato.

 

Marmo

  

Top per cucina in quarzo

Rientrano tra i piani in quarzo i vari Okite, Silestone, ecc. di cui avrai sicuramente già sentito parlare. Il top in quarzo, che è composto dal 95% di quarzo e dal 5% di resine e pigmenti, può considerarsi una via di mezzo tra quello in laminato e quello in marmo. Questa tipologia raccoglie tutte le caratteristiche positive di entrambe e le unisce. I piani per cucina in quarzo sono resistenti all’abrasione, alle macchie, alla polvere e agli agenti acidi e possono essere realizzati in colorazioni particolari non raggiungibili con un piano in marmo. E per la pulizia? Basta un panno morbido con acqua e sapone, molto semplicemente.

 

Quarzo

 

Con questo articolo spero di averti insegnato qualcosa di nuovo! Per progettare al meglio la tua nuova cucina, mi sento di consigliarti il nostro catalogo, contenente tutti gli stili disponibili.

 

Scarica Catalogo Cucine e Design

 

 





Articoli correlati

Se hai letto gli articoli ‘’Pro e contro della cucina con isola o penisola’’ e ‘’Le...

Durante la progettazione di una cucina, oltre alla scelta dei materiali più adatti, parte...

Stai progettando la tua cucina e devi decidere quale tipo di piano cottura scegliere? Sei...